HEADER_TITLE  
LINK_HEADER_RIGHT_TITLE

Le ragadi anali sono il secondo disturbo più comune della zona anale dopo le emorroidi. Si tratta di ferite molto dolorose causate da piccole ulcerazioni della pelle, situate prevalentemente nelle pieghe dell'ano. Sono un disturbo benigno che può tuttavia essere molto fastidioso nella vita quotidiana. Le principali cause sono la stitichezza, i problemi di vascolarizzazione della zona anale o un'eccessiva contrazione dello sfintere. I sintomi sono bruciore e leggere emorragie che provocano una chiusura dell'ano e inducono nuovamente la stipsi (un circolo vizioso, insomma!).Gli oli essenziali permettono di accelerare il processo di cicatrizzazione della lesione e danno sollievo contro il dolore. Per evitare le complicazioni e le ricadute, è consigliabile intervenire anche sull'origine delle ragadi, ovvero la stitichezza.

Il buon riflesso: Calendula

A partire dai 3 mesi. Applicazione cutanea: applicare qualche goccia del macerato oleoso di Calendula e massaggiare dolcemente fino ad assorbimento.

Sinergia completa

La ricetta

Versare in una boccetta vuota:

    • 2 gocce di olio essenziale di Cisto
    • 2 gocce di olio essenziale di Lavanda Vera
    • 1 goccia di olio essenziale di Geranio Odoroso
    • 1 goccia di olio essenziale di Patchouli
    • 5 mL di macerato oleoso di Calendula

Chiudere (clic!), mescolare bene ed incollare l’etichetta. La sinergia è pronta!

Modalità d'uso

Applicare localmente 3 gocce di sinergia, 2-3 volte al giorno per 3 settimane.

CHI PUÒ USARE QUESTA SINERGIA?

SÌ. Adulti, adolescenti, bambini dai 6 anni in su.
NO. Donne durante la gravidanza e l'allattamento, bambini sotto i 6 anni.

Precauzioni specifiche *

  • Le persone affette da asma o epilessia o che seguono una terapia anticoagulante devono consultare un medico prima di usare questa sinergia.
  • La sinergia contiene oli essenziali ormonosimili: è vietata per le persone affette da tumori ormonodipendenti o in caso di problemi cardiovascolari gravi;
  • è controindicata per chi segue una terapia farmacologica anticoagulante.

Si raccomanda inoltre di effettuare il test allergico descritto sul nostro sito prima dell'uso.

Perché proprio questi oli?

L'azione antiemorragica del Cisto

L'olio essenziale di Cisto è noto per le sue proprietà emostatiche, conferitegli dall'α-pinene, ed è quindi in grado di arrestare rapidamente le emorragie causate dalle ragadi. Quest'azione viene completata dai chetoni, le cui proprietà cicatrizzanti rigenerano in fretta i tessuti lacerati. È per questo che l'olio essenziale di Cisto è il più indicato per fermare le emorragie.

Quest'olio essenziale regola anche l'azione del sistema nervoso parasimpatico, che controlla le attività involontarie degli organi e, tra le altre cose, è responsabile del rilassamento degli sfinteri del tratto gastrointestinale. QUesta azione sul sistema nervoso consente quindi di limitare la contrazione dello sfintere dell'ano, da cui dipende la comparsa delle ragadi.

La Lavanda Vera inibisce il dolore

Quando si ha a che fare con le ragadi anali, bisogna cercare di occuparsi del dolore il prima possibile. L'olio essenziale di Lavanda Vera è ottimo a questo scopo: contiene infatti linalolo, un alcol monoterpenico dall'azione anestetica, e funziona come un antidolorifico. Più precisamente, elimina la sensazione di dolore inibendo l'azione dell'acetilcolina, un neurotrasmettitore che invia l'informazione del dolore al cervello.

Il linalolo ha anche una funzione spasmolitica: rilassa i muscoli lisci che circondano il tubo digerente e arrivano fino all'ano, agevolando il passaggio delle feci. QUesto riduce la stitichezza e facilita il processo di cicatrizzazione.

Il Geranio Odoroso favorisce il processo di cicatrizzazione

Gli alcoli monoterpenici contenuti nell'olio essenziale di Geranio Odoroso (geraniolo, citronellolo, linalolo) possiedono proprietà antibatteriche molto utili per evitare che le ragadi si infettino.
Quest'olio essenziale svolge una notevole azione emostatica che completa quella del Cisto bloccando le perdite di sangue. Grazie al suo contenuto di chetoni, è inoltre in grado di accelerare la rigenerazione dei tessuti per una pronta guarigione.

Il Patchouli migliora la circolazione sanguigna

L'olio essenziale di Patchouli contiene prevalentemente patchoulolo, un alcol sesquiterpenico dalle forti proprietà antinfiammatorie, che favorisce la cicatrizzazione.
Insieme ai sesquiterpeni,a questa molecola attiva la circolazione sanguigna e tonifica le pareti venose, proprietà che si rivelano molto utili per curare le ragadi anali, dato che una delle possibili cause di queste ulcerazioni è proprio una cattiva irrorazione della zona anale. Non di rado, infatti, chi soffre di emorroidi soffre anche di ragadi anali.
L'olio essenziale di Patchouli contiene anche sesquiterpenoli e sesquiterpeni, che si associano agli alcoli monoterpenici, all'α-pinene e ai chetoni per creare un pool di molecole la cui azione combinata accelera la cicatrizzazione delle ragadi, garantendo la scomparsa del dolore.

La Calendula per diluire la sinergia e ridurre l'infiammazione

Vista la sensibilità della zona ano genitale, bisogna evitare di usare oli essenziali allo stato puro o poco diluiti. Il macerato oleoso di Calendula ha quindi un ruolo importantissimo nella sinergia: assicura che la dose di oli essenziali applicata sulle ragadi sia molto bassa prevenendo così l'aggravarsi dei sintomiI suoi pregi non finiscono qui: il faradiolo gli conferisce proprietà antinfiammatorie che fanno davvero miracoli, mentre gli acidi grassi rafforzano la barriera cutanea per lenire, idratare e ammorbidire la pelle.

Cet article vous a-t-il été utile ?

  

Note moyenne: 4.7 ( 29 votes )