Guida completa all'utilizzo dell'olio di Sesamo

Utilizzo, proprietà, precauzioni

Olio vegetale di Sesamo
Protetti dentro e fuori

Il sesamo è una pianta originaria dell'India, che secondo diverse fonti viene utilizzata da almeno 3000 anni. È una pianta erbacea annuale di 1-1,5  m caratterizzata da lunghe foglie lanceolate,e che tra maggio e luglio produce fiori bianchi o rosei riuniti in gruppi di 2 o 3 in corrispondenza dell'ascella fogliare. I frutti sono capsule pluriloculari e contengono i semi, la parte più conosciuta della pianta di sesamo. Una singola capsula può contenerne fino a 200! L'olio vegetale si ottiene mediante la spremitura meccanica a freddo dei semi. Essi possono essere tostati, ma per l'utilizzo in cosmesi è preferibile utilizzarli tali e quali per non alterarne le proprietà benefiche. Sono un ingrediente tipico della cucina orientale, ma anche in Occidente sono apprezzati perché fanno bene al cuore.
Nonostante tutte le sue qualità, purtroppo l'olio vegetale di Sesamo non fa ancora parte dei prodotti della Compagnia dei Sensi.
Nome scientifico: Sesamum indicum L.
Parte utilizzata: semi (prima spremitura a freddo)
In questa guida completa troverete tutte le informazioni sulle applicazioni più frequenti dell'olio vegetale di Sesamo, le sue diverse proprietà terapeutiche e le precauzioni da prendere per utilizzarlo.

Due applicazioni dell'olio vegetale di Sesamo

Desquamazioni, fastidi cutanei
Applicazione cutanea: qualche goccia mattina e sera sulle zone interessate.
Afte, gengivite
Via orale: fare degli sciacqui per 20 min.

Scheda tecnica dell'olio di Sesamo

Caratteristiche tecniche dell'olio di Sesamo

Caratteristiche biochimiche

Un buon olio vegetale di Sesamo deve contenere delle percentuali di componenti comprese fra i seguenti valori di riferimento:

  • acido linoleico: 37-48%
  • acido oleico: 34-45%
  • acido palmitico: 8-12%
  • acido stearico: 4-7%
  • acido beenico: < 1%
  • acido linolenico: < 1%
  • acido arachidico: < 1%
  • acido eicosenoico: < 1%

Contiene naturalmente vitamina E

Caratteristiche organolettiche

Come si presenta un buon olio vegetale di Sesamo?

  • Aspetto: liquido fluido e limpido
  • Colore: da giallo chiaro ad aranciato
  • Odore: dolce, piacevole

Caratteristiche fisiche

Un buon olio vegetale di Sesamo deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • Densità a 20° C: 0,915 - 0,925
  • Indice di rifrazione a 20° C: 1,469-1,472
  • Punto di infiammabilità: > 175° C
  • Numero di perossidi: < 15 mEq O2/ kg
  • Indice di acidità: < 2 mg KOH/g

Proprietà principali

Antiossidante: l'olio di sesamo contiene naturalmente vitamina E, componente che protegge la membrana cellulare dall'ossidazione e difende la pelle dagli attacchi esterni, come i raggi UV. Contiene inoltre sesamina e lecitina, altri due antiossidanti naturali utili alla costituzione delle cellule nervose e cerebrali.
Rigenerante: grazie all'alto tenore di lipidi e antiossidanti, l'olio di sesamo è ottimo come nutriente e per combattere i radicali liberi. Ha infatti un effetto rigenerante sull'epidermide e svolge un'azione antietà. Consente anche di lottare contro le irritazioni e le desquamazioni della pelle.
Penetra facilmente: "olio vegetale" non è necessariamente sinonimo di pelle unta. L'olio di Sesamo, ad esempio, ha la capcità di penetrare in profondità senza ungere la pelle, ed è quindi perfetto per essere usato come olio per qualsiasi tipo di massaggio.
Protegge il sistema cardiovascolare, ipocolesterolemizzante: la sesamina contenuta in quest'olio diminuisce la quantità di lipidi presenti nel sangue, prevenendo in particolar modo la formazione di depositi di colesterolo nelle arterie. È quindi anti-ateromatoso e ipocolesterolemizzante.

Proprietà secondarie

  • rinforza unghie e capelli
Modalità d'uso
Chi può usarlo
Conservazione

Conservare preferibilmente in luogo fresco, lontano da fonti di luce e di calore.


Cet article vous a-t-il été utile ?

  

Note moyenne: 4.9 ( 18 votes )