Guida completa all'utilizzo dell'olio di Cartamo

Utilizzo, proprietà, precauzioni

Olio vegetale di Cartamo
L'olio di Cartamo: un toccasana per le pelli sensibili e mature.

Il cartamo, chiamato anche "zafferanone" per via del colore dei pistilli, simile a quello dell zafferano, è una pianta tintoria ma anche oleaginosa. Cresce spontanea in Cina, Giappone, Australia e Sudamerica, ma è coltivata in tutto il mondo per le proprietà coloranti dei fiori, ma si sa: i fiori non sono tutto nella vita, ci sono anche i semi, anch'essi molto importanti, perché dalla spremitura a freddo si ottiene un olio fluido di colore giallo e dall'odore caratteristico, che possiede numerose proprietà. L'olio di Cartamo possiede infatti un alto contenuto di omega-6, di vitamine E e K, ed è quindi particolarmente adatto alla cura delle pelli mature, irritate, e contro la couperose o gli arrossamenti. Può essere anche assunto per via orale come integratore alimentare. 
Purtroppo la Compagnia dei Sensi non propone ancora la vendita di quest'olio.
Nome scientifico: Carthamus tinctorius L.
Parte utilizzata: semi (prima spremitura a freddo)
In questa guida completa troverete tutte le informazioni sulle applicazioni più frequenti dell'olio vegetale di Cartamo, le sue diverse proprietà terapeutiche e le precauzioni da prendere per utilizzarlo.

Quattro applicazioni dell'olio di Cartamo

Rughe, pelli mature 
Applicazione cutanea: applicare qualche goccia mattina e sera sulla zona interessata.
Capelli secchi, rovinati, che tendono a spezzarsi
Applicazione locale: applicare su tutta la lunghezza dei capelli prima dello shampoo e lasciare agire per almeno 30 min per un assorbimento ottimale.
Couperose, arrossamento, rosacea 
Applicazione cutanea: applicare qualche goccia sul viso massaggiando, mattina e sera.
Carenze nutrizionali
Via orale: ingerire unito ad un olio vegetale ricco di omega-3 come quello di Perilla, di Camelina o di Canapa.

Scheda tecnica dell'olio vegetale di Cartamo

Caratteristiche tecniche

Caratteristiche biochimiche

Un buon olio vegetale di Cartamo deve contenere delle percentuali di componenti comprese fra i seguenti valori di riferimento:

  • acido linoleico: 70-75%
  • acido oleico: 7-17%
  • acido palmitico: 4-10%
  • acido stearico: 1-5%
  • acido linolenico: < 1%
  • acido miristico: < 1%
  • acido arachidico: < 0,5%
Contiene naturalmente insaponificabili (1% circa) tra cui steroli, vitamine B2, B3, E e K

Caratteristiche organolettiche

Come si presenta un buon olio vegetale di Cartamo?

  • Aspetto: liquido fluido
  • Colore: da giallo chiaro all'arancio
  • Odore: caratteristico
  • Sapore: delicato

Caratteristiche fisiche

Un buon olio vegetale di Cartamo deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • Densità a 20° C: 0,918 - 0,924
  • Indice di rifrazione a 20° C: 1,474 - 1,478
  • Numero di perossidi: massimo 10 mEq O2/kg
  • Grado di acidità: 4 mg KOH/g
  • Numero di iodio: 135-150
  • Numero di saponificazione 186-198

Proprietà principali

Idratante, nutriente, emolliente: l'olio di Cartamo è ricco di acidi grassi insaturi, che gli consentono di penetrare rapidamente nella pelle idratandola e nutrendola in profondità. Viene usato anche come trattamento per i capelli secchi, per nutrirli e renderli morbidi e lucenti.
Rigenerante cutaneo, antiossidante: grazie all'elevato tenore di omega-6, omega-9 e vitamina E, l'olio di Cartamo stimola la rigenerazione delle cellule della pelle. La vitamina E, inoltre, svolge un'azione antiossidante. Quest'olio vegetale è quindi adatto alle pelli mture ma anche alle pelli fragili che tendono ad arrossarsi.
Protettore del sistema cardiovascolare, ipocolesterolemizzante: l'olio vegetale di Cartamo è uno tra i più ricchi di omega-6, una serie di acidi grassi fondamentali per l'organismo che possono essere assunti solo tramite l'alimentazione. Perché abbiano effetti benefici, devono essere assunti rispettando una proporzione omega-6/omega-3 di a 6 a 1.
Favorisce la vasocostrizione: la vitamina K agisce sulla circolazione, favorendo la  vasocostrizione e attenuando così gli arrossamenti cutanei.
Lassativo, purgante: conosciuto per le sue proprietà lassative, l'olio di Cartamo è un ottimo integratore alimentare in caso di costipazione.
Modalità d'uso
Chi può usarlo
Conservazione
Essendo molto ricco di acidi grassi polinsaturi (omega-6), l'olio di Cartamo è molto sensibile all'ossidazione. Va quindi conservato al riparo da fonti di luce e di calore.
Avvertenze
L'olio di Cartamo è controindicato per le persone che seguono una terapia anticoagulante. Le donne in gravidanza e in allattamento e i bambini piccoli non devono assumerlo per via orale a causa delle sue proprietà purganti, che potrebbero ridurre l'assorbimento di nutrienti essenziali a livello intestinale.

Cet article vous a-t-il été utile ?

  

Note moyenne: 4.5 ( 13 votes )