Nella scelta degli oli essenziali, come per molti altri prodotti, si tende a fare affidamento ai marchi esposti per identificare i prodotti di qualità. I marchi sono tanti e sembrano uno più virtuoso dell'altro, e su Internet si trovano spesso informazioni contraddittorie. Per aiutarvi a scegliere al meglio i vosti prodotti, proviamo a fare un po' di chiarezza.

Cos'è un marchio?

Innanzitutto, ci sembra opportuno cominciare con una bella definizione ufficiale fornitaci dall'enciclopedia Garzanti:

"denominazione commerciale o simbolo che distingue un prodotto, una merce: marchio di fabbrica; marchio di qualità, quello che attesta la conformità di un prodotto a determinate norme; marchio di forma, quello costituito dalla forma particolare del contenitore del prodotto".

Esistono diversi tipi di marchi, ufficiali e pubblici o privati, che sono più che altro "marche" o "menzioni".

  • Un marchio ufficiale ottiene il riconoscimento delle istituzioni pubbliche e viene controllato da organismi indipendenti prima di essere apposto su un prodotto, come per esempio, il marchio AB.

  • Un marchio non ufficiale dipende da un organismo privato (associazione, azienda, gruppo di produttori, per esempio). Non viene necessariamente controllato da organismi indipendenti e di conseguenza per apporre questo logo su un prodotto, non è richiesto alcun controllo. Esempi: le menzioni HEBBD, HECT (sugli oli essenziali) o appellazioni del tipo "Sapore dell'anno".

Ma attenzione, intendiamoci: avere un marchio privato non vuol dire che non sia sinonimo di qualità, così come un marchio pubblico non è necessariamente una garanzia di qualità.
Per sapere con certezza qual è il valore di un marchio, è bene fare attenzione a cosa garantisce questo marchio (il suo disciplinare) e chi è anteposto al controllo (la modalità di ottenimento del marchio).

AB : il marchio che garantisce Agricoltura Biologica e il suo omologo europeo

Consumare prodotti biologici oggi è sinonimo di consumo responsabile per il proprio organismo ma anche per l'ambiente che ci circonda. Fa bene, è bello, è BIO!

Questo marchio BIO è tra i più diffusi, bazzica parecchio negli scaffali dei supermercati biologici. Ma di cosa si tratta esattamente?

Il marchio AB (Agriculture Biologique) è un marchio francese creato nel 1985 ed è proprietà esclusiva del Ministero francese dell'agricoltura e dell'alimentazione. Il Ministero determina il disciplinare che deve essere rispettato pèer ottenere il marchio e può essere utilizzato in Francia da parte dai professionisti che desiderano apporlo sui propri prodotti.

Il disciplinare garantisce:

  • l’assenza di OGM
  • il totale divieto di utilizzare pesticidi e concimi chimici di sintesi
  • la presenza di almeno il 95% di ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

E cos'è l’agricoltura biologica?

Un tipo di agricoltura che garantisce un metodo di produzione che rispetta l'ambiente e la salute animale. Questo metodo di produzione si fonda in particolar modo su:

  • l'assenza di prodotti chimici di sintesi
  • l'assenza di organismi geneticamente modificati (OGM)
  • il riciclo dei composti biodegradabili
  • la rotazione delle colture e la lotta biologica

Vediamo se lo sai!

Il marchio AB è destinato ufficialmente ai prodotti alimentari, che possono quini essere ingeriti. "Ma non tutti gli oli essenziali possono essere ingeriti!" -starete pensando. Bravissimi, avete studiato le nostre schede tecniche!

In effetti questo marchio ci permette di fare un distinguo tra gli oli che possono essere ingeriti e quelli che invece sono destinati ad altre modalità d'uso.

Buono a sapersi!

Nel 2010 è nato un altro marchio, questa volta a livello europeo, che rispetta le stesse condizioni del marchio AB. Spesso i due marchi vengono esposti insieme, ma presto la famosa "foglia verde europea" sostituirà definitivamente il marchio francese.

Ecocert: un organismo di controllo e di garanzia

Ecocert, un nome di sicuro già sentito che avrete sicuramente già visto sul nostro sito ma anche altrove. In questo caso non ti tratta di un marchio ma di un organismo di controllo e faranzia, che certifica, come il nome stesso dice, che la composizione di un prodotto rispetti le disposizioni del marchio che viene controllato.

Per esempio, Ecocert certifica che i nostri oli possano effettivamente possedere il marchio AB poiché rispettano le condizioni disposte dal Ministero dell'agricoltura.

Ma quindi, come funziona praticamente?

Il Sig. Rossi produce Lavanda Fine biologica al 100% in un angolo sperduto in Provenza e vuole ottenere il marchio AB. Cosa deve fare? Dopo essersi informato sulla normativa in vigore, il produttore, il nostro Sig. Rossi, deve impegnarsi con un organismo abilitato a rispettare il disciplinare del marchio AB. Se, dopo il controllo, la Lavanda Fine rispetta la normativa, avrà vinto il marchio.

Noi della Compagnia dei Sensi, impegnati personalmente con l'organismo di certificazione Ecocert, potremo quindi rifornirci in olio essenziale di Lavanda Fine biologica al 100% dal Sig. Rossi e condizionarlo nelle nostre piccole boccette.

Cosmebio: un marchio internazionale della cosmesi bio

Coloro che utilizzano prodotti cosmetici bio lo conoscono bene, il famoso marchio Cosmebio.

Cosmebio è un'associazione che riunisce professionisti ed esperti in cosmesi naturale, ecologica e biologica e opera dal 2002 a favore dello sviluppo di una cosmesi che sia basata sull'utilizzo di prodotti provenienti da agricoltura biologica e dalla filiera verde. Il marchio Cosmebio presenta alcuni punti  in comune con il marchio AB, tuttavia Cosmebio fa riferimento solo ai prodotti cosmetici.

Il 1 gennaio 2017 l'associazione Cosmebio, insieme ad altri 4 enti, ha creato e reso obbligatorio l'utilizzo del sistema di riferimento COSMOS (Cosmetic Organic Standard) puntando ad una promozione a livello internazionale.

Lo scopo
Il sistema di riferimento COSMOS si impegna ad aiutare i consumatori nel riconoscere i cosmetici biologici che rispondono alle stesse esigenze, in ogni paese europeo.


In questo modo per poter esibire la dicitura COSMOS sotto il marchio Cosmebio oggi non bastano più i parametri ECOCERT, come accadeva prima.

Per ottenere il marchio Cosmebio on o senza la dicitura Cosmos Natural o Cosmos Organic, la formulazione del prodotto deve obbligatoriamente rispettare una serie di creteri propri ai parametri del marchio in questione.

Per esempio, pour apporre il marchio Cosmebio COSMOS ORGANIC, i criteri da rispettare sono i seguenti:

  • il 95% minimo degli ingredienti deve essere naturale o di origine naturale
  • il 95% minimo degli ingredienti che possono essere biologici devono provenire da agricoltura biologica
  • almeno il 20% del totale degli ingredienti deve provenire da agricoltura biologica (prima era min. 10%)
  • tutti gli ingredienti utilizzati devono essere biodegradabili.

Questo sistema di riferimento ha un futuro molto promettente e ha per obiettivo di coinvolgere l'85% dei cosmetici certificati BIO nel mondo intero.

Lo sapevi? 

Gli altri marchi ugualmente famosiin Europa come ICEA (Italia), BDIH (Germania), Soil Association (Inghilterra) sono destinati a scomparire, così come Cosmebio e verranno tutti sostituiti dalla dicitura COSMOS. Così durante i viaggi all'estero sarà tutto molto più chiaro!

Cet article vous a-t-il été utile ?

  

Note moyenne: 4.8 ( 27 votes )