Animali domestici & oli essenziali

Lista (non esaustiva) di alcuni oli essenziali il cui utilizzo è autorizzato sugli animali domestici per alleviare alcuni disturbi (tranne i gatti che costituiscono un caso a parte):

  • Il Basilico: antispastico e antinfettivo agisce sui disturbi gastrici;
  • La Cannella: antinfettivo e antiparassitario, viene utilizzata in caso di infezioni intestinali, come vermifugo o in caso di verruche;
  • Il Cedro dell’Atlante: antinfiammatorio, insettifugo e antiparassitario;
  • La Citronella: ottimo repellente per insetti, tiene lontane mosche, zanzare, pulci e altri insetti;
  • I Chiodi di Garofano: antinfettivi e antalgici, vengono utilizzati in caso di micosi o forti mal di denti;
  • L’Eucalipto Radiata: battericida, antimicotico, antivirale e immunostimolante, è molto efficace in caso di problemi respiratori;
  • Il Ginepro: antinfettivo, drenante e antireumatico;
  • Il Geranio Odoroso: antinfettivo, antispastico et antinfiammatorio, viene apprezzato poiché abbastanza innocuo sugli animali;
  • L’Elicriso Italico: anti ematoma, cicatrizzante e drenante del sistema circolatorio;
  • La Lavanda Spica: antalgica cutanea, antinfettiva e antinfiammatoria, indispensabile per alleviare il prurito e il dolore di punture e morsi d’insetti;
  • La Lavanda Vera: antispastica, antalgica e cicatrizzante, viene utilizzata in caso di spasmi del sistema digerente, ferite o dermatiti;
  • La Menta Piperita: antalgica locale per ipotermia e antispastica, torna utile in caso di mal d’auto, mal di testa o indigestione;
  • Il Palmarosa: antibatterico e antimicotico, è molto utile in caso di infezioni dell’apparato respiratorio ed è anche insetticida e insettifugo;
  • Il Ravintsara: antivirale e antibatterico ad ampio spettro e immunostimolante, viene utilizzato contro le infezioni virali e respiratorie;
  • Il Rosmarino Cineolo: antinfettivo, espettorante e mucolitico;
  • Il Rosmarino Verbenone: è un eccellente protettore epatico;
  • La Santoreggia Montana: contro infezioni polmonari e intestinali;
  • Le Tea Tree: antinfettivo, immunostimolante, antiparassitario;

Precauzioni d'uso

Principio fondamentale: non curare il proprio animale in modo autonomo. Per qualsiasi tipo di uso a scopo terapeutico degli oli essenziali, è sempre necessario chiedere consiglio al proprio veterinario. Le precauzioni d’uso degli oli essenziali sono le stesse sugli umani e sugli animali:

  • Controllare le controindicazioni.

  • Non iniettare gli oli essenziali per via intramuscolare o endovenosa.

  • Non applicare gli oli essenziali su o in prossimità degli occhi, sulle mucose intime, nelle orecchie o sul muso. In caso di contatto accidentale con gli occhi, lavare bene usando dell’olio vegetale.

  • Effettuare il test allergico prima dell’utilizzo.

  • Non usare gli oli essenziali su animali di meno di 3 mesi e sulle femmine in gestazione o in allattamento.

Vie di somministrazione da evitare: via sublinguale, applicazione sull’insieme del corpo, via rettale.

Il cane & gli oli essenziali

Gli animali, si sa, hanno un istinto particolarmente sviluppato che permette loro di dirigersi in maniera automatica verso le piante che potranno alleviare i loro fastidi. Se hai la fortuna di aver avuto un cane l’avrai sicuramente visto mangiare dell’erba in caso di problemi digestivi, no? Per gli oli essenziali, la cosa non cambia. Ciò rende le cose molto più semplici, ma attenzione! L’istinto di alcuni esemplari potrebbe essere leggermente arrugginito (piccola dedica a tutti quei padroni poco attenti).

Il cane è quindi l’animale su cui l’utilizzo degli oli essenziali sarà più facile. Possono venire in aiuto soprattutto come soluzione alternativa ai trattamenti antipulci o antizecche con un po’ di Lavanda Vera, ai vermifughi grazie alla cannella, etc.

La modalità di utilizzo degli oli essenziali per il cane dipende dalla modalità di somministrazione, ma anche e soprattutto dal peso dell’animale. Un chihuahua per esempio non avrà bisogno dello stesso quantitativo di oli essenziali di un pastore tedesco. Al fine di dosare al meglio senza prendere rischi per la salute del vostro cane è sempre necessario chiedere consiglio ad un veterinario.

Il gatto & gli oli essenziali

I nostri amici dal carattere capriccioso hanno invece una sensibilità diversa rispetto ai cani. Da una lato i gatti non possono smaltire gli oli essenziali ingeriti perché, diversamente dagli uomini, non hanno glucuronosiltransferasi, un enzima invece presente nel fegato degli uomini, dei cani e di altri mammiferi che permette di metabolizzare i composti fenolici che si trovano in numerosi oli essenziali. Nel gatto questi composti saranno più difficili ad essere digeriti e smaltiti e si tratta inoltre di un processo molto lento. Un utilizzo troppo prolungato nel tempo o una dose di oli essenziali troppo grande potrebbe sovraccaricare l’attività epatica e provocare disturbi del comportamento se non addirittura rischi di epatite.

D’altra parte il gatto possiede un organo particolare che si chiama organo vomeronasale, anche detto organo di Jacobson, che consente di rilevare i feromoni, sostanze chimiche importanti per la comunicazione, e altre molecole volatili. Data la proprietà volatile degli oli essenziali, gli oli essenziali vengono percepiti in modo molto più fine dai gatti e possono scaturire per questo delle reazioni di ipersensibilità come asma, ipersalivazione, rigurgiti, o addirittura disturbi del comportamento.

È per queste ragioni che l’uso degli oli essenziali sui gatti è molto particolare e deve essere avvenire con una certa delicatezza, obbligatoriamente dopo aver consultato un veterinario.

Se cerchi informazioni sui furetti può esserti utile sapere che per essi valgono le stesse precauzioni dei gatti.

Perché gli animali sono più sensibili degli umani agli oli essenziali?

Semplicemente per via della grande differenza tra l’organismo di un animale e quello dell’uomo. Di conseguenza alcuni oli essenziali potrebbero avere determinati benefici sul nostro corpo ma non necessariamente sul loro, e questo, per le ragioni seguenti:

  • Innanzitutto a livello dei 5 sensi. Senza dover fare una lezione di biologia animale, è bene ricordare che alcuni sensi sono molto più sviluppati negli animali. Ciò che ci interessa in particolar modo è l’olfatto, e in effetti, l’uomo viene definito come microsmatico, ovvero che ha il senso dell’olfatto poco sviluppato, se confrontato a quello di cani e gatti, per esempio, che vengono invece descritti come macrosmatici e quindi capaci di percepire odori ai quali gli umani non sono sensibili. E si sa, gli oli essenziali hanno un odore particolarmente intenso, anche per gli umani, allora figuriamoci per gli animali.

  • Seconda grande differenza: la massa corporea. Repetita iuvant: “Tutto è veleno, e nulla esiste senza veleno. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto.” diceva Paracelso. Per curare un leggero raffreddore, 2 gocce di Eucalipto Radiata saranno più che sufficienti, ma se pensiamo che 2 gocce siano sufficienti per un uomo o una donna di 60 kg, immagina cosa potrebbe accadere su un micio di appena 3 kg. Per evitare di avvelenare l’animale sarà necessario diluire gli oli essenziali.

  • Infine, ma qui si tratta più di punti in comune che di differenze, gli animali possono, esattamente come noi, essere vittime di allergie o di forte sensibilità agli oli essenziali. E in questo caso, purtroppo, si tratta di sensibilità più difficili da individuare.

Lo sapevi?

Il gatto possiede 70 milioni di cellule olfattive e 20 cm² di mucose olfattive.

Il cane possiede invece da 100 a 200 milioni di cellule recettive e 160 cm² di mucose olfattive.

L’uomo ne possiede dal canto suo 5 milionidi cellule recettive e 5 cm² di mucose olfattive.

Qualche ricetta per cani e gatti

Pulci e zecche (spray)

Versare in un flacone spray vuoto:

  • 100 gocce (3 ml) di olio essenziale di Tea Tree
  • 100 gocce (3 ml) di olio essenziale di Lavanda Vera
  • 50 gocce (1,5 ml) di olio essenziale di Chiodi di Garofano
  • 50 gocce (1,5 ml) di olio essenziale di Lemon Grass
  • 25 ml di alcol per uso farmaceutico

Zecche cani e gatti (rimozione)

Versare in una boccetta vuota:

  • 10 gocce di olio essenziale di Tea Tree
  • 10 gocce di olio essenziale di Lavanda Vera
  • 10 gocce di olio essenziale di Trementina

Vermifugo naturale per cani

Versare in una boccetta vuota:

  • 30 gocce di olio essenziale di Cannella
  • 15 gocce di olio essenziale di Origano
  • 20 gocce di olio essenziale di Tea Tree
  • 10 gocce di olio essenziale di Camomilla Romana
  • 60 gocce (3 ml) di olio vegetale diGerme di Grano

Reumatismi nel cane (artrosi/artrite)

Versare in una boccetta vuota:

  • 40 gocce di olio essenziale di Wintergreen
  • 30 gocce di olio essenziale di Eucalipto Limone
  • 20 gocce di olio essenziale di Rosmarino Canfora
  • 10 gocce di olio essenziale di Pino Silvestre
  • 60 gocce (3 ml) di macerato oleoso di Iperico

Cet article vous a-t-il été utile ?

  

Note moyenne: 0 ( 0 votes )